La Formazione continua del personale rappresenta una strategia aziendale per l'innovazione ed il costante allineamento delle competenze e delle performance dei professionisti con le trasformazioni determinate dall’evoluzione dei bisogni sanitari e socio sanitari, dai mutamenti della domanda dei cittadini, dalla richiesta di maggiori e qualificate competenze scientifiche e tecnologiche, nonché dall’evoluzione dei modelli organizzativi ed operativi dell'Azienda.
In uno scenario in continua evoluzione, dove i professionisti e le organizzazioni sono chiamati a fronteggiare nuove esigenze e nuove realtà organizzative e clinico-assistenziali, diviene necessario lo sviluppo di nuove competenze, nel rispetto delle normative in materia di formazione continua, delle Linee Generali Strategico Aziendali di Indirizzo per il Piano Annuale di Formazione e del Piano Integrato di Attività e Organizzazione 2022-2024 (PIAO) nel quale è inserita la specifica sezione "Formazione del personale" punto 5.4.

Il Piano Annuale della Formazione
L’art. 7 comma 4 del D.Lgs. 165/01 e s.m.i. stabilisce che “Le amministrazioni pubbliche curano la formazione e l’aggiornamento del personale, ivi compreso quello con qualifiche dirigenziali, garantendo altresì l’adeguamento dei programmi formativi, al fine di contribuire allo sviluppo della cultura di genere della pubblica amministrazione”. Il D. Lgs. 502/92 e s.m.i. ha dettato disposizioni in materia di formazione continua in medicina, definendone finalità, i soggetti coinvolti e le modalità di attuazione. Disposizioni in materia di formazione sono contenute anche nei CCNNLL del personale del comparto, della dirigenza medica e veterinaria e della dirigenza sanitaria, tecnica professionale ed amministrativa.
La DGRT 153/2019, avente per oggetto "Approvazione del manuale regionale di accreditamento per l'erogazione di eventi ECM e del manuale del professionista sanitario. Aggiornamento disciplina su sponsorizzazione, conflitto d'interessi e pubblicità nella formazione continua in sanità. Revoca DGR 1284/2017", stabilisce che le Aziende elaborino un Piano Annuale della Formazione (PAF) che deve essere inviato all’ente accreditante, ovvero la Regione Toscana, entro il 28 febbraio dell'anno al quale si riferisce la programmazione e deve contenere gli obiettivi formativi strategici corredati di indicatori, che consentano all'azienda di valutare la propria attività, l'elenco degli eventi formativi programmati con indicato l'obiettivo nazionale cui si riferiscono, il titolo, il target utenza, il responsabile scientifico, ove già individuato, l’arco temporale di realizzazione, la presenza di docenti extra SST e la tipologia di formazione utilizzata, patrocini e le sponsorizzazioni, ove già individuati, gli strumenti e tempi di verifica qualitativa e quantitativa, le modalità di diffusione del piano all’interno dell’Azienda e le attività da porre in essere per garantire equità di accesso alla formazione e le risorse finanziarie.
L’Azienda USL Toscana Centro garantisce la formazione a tutto il personale dipendente e convenzionato, avvalendosi della SOC Formazione del Dipartimento Risorse Umane; attribuisce crediti ECM alle attività formative rivolte al personale sanitario, in qualità di “provider ECM standard” e garantisce la qualità scientifica dei progetti formativi realizzati, la trasparenza dei finanziamenti, l’assenza di pubblicità a prodotti sanitari e nel rispetto delle indicazioni nazionali e regionali.

Il PAF viene redatto annualmente tenendo conto di:
-obiettivi nazionali, regionali e strategici aziendali;
-analisi criticità organizzative e fabbisogni formativi emersi e trasformati in proposte progettuali;
-obblighi normativi;
-politiche di sviluppo delle risorse umane;
-sviluppo innovazioni tecnologiche ed organizzative;
-programmazione assunzioni;
-incentivazione formazione “in house”, al fine di ottimizzare le risorse disponibili e valorizzare il personale dipendente come risorsa attiva nel processo formativo;
-incentivazione della formazione sul campo per la sua efficacia in termini di apprendimento e di possibile sviluppo organizzativo;
-incentivazione della formazione a distanza, sincrona e asincrona, sperimentata ed avviata nella situazione emergenziale correlata alla pandemia Covid 19;
-promozione della formazione multiprofessionale e interdipartimentale.


PIANI ANNUALI DI FORMAZIONE:

(Piano annuale attività formative 2022 (PAAF)

(Piano annuale attività formative 2021 (PAAF)

(Piano annuale attività formative 2020 (PAAF)

(Piano annuale attività formative 2019 (PAAF)


(Piano annuale attività formative 2018 (PAAF)

(Piano annuale attività formative 2017 (PAAF)

(Piano annuale attività formative 2016 (PAAF)

Il Piano annuale delle attività formative si struttura in percorsi con calendario mensile, consultabile tramite questo link.

Ulteriori informazioni e documenti di approfondimento per gli operatori della sanità sono disponibili
Agenas - Commissione Nazionale Formazione Continua,
Consorzio gestione anagrafica delle professioni sanitarie
Regione Toscana e formazione per la Sanità 
Regione Toscana Glossario della formazione in sanità - II edizione